Italia Belgio Euro 2016 come vederla in Tv e streaming e da smartphone?


Italia Belgio Euro 2016 come vederla in Tv e streaming e da smartphone? Come vedere la partita Italia belgio per Euro 2016 del 13 giugno 2016 in TV e Streaming? Ecco come fare per vederla anche da smartphone e Tablet.

Italia Belgio Euro 2016 come vederla in Tv e streaming e da smartphone?

Probabili formazioni alla vigilia della partita di Italia Belgio per Euro 2016:
ITALIA (3-5-2): 1 Buffon, 15 Barzagli, 19 Bonucci, 3 Chiellini, 6 Candreva, 18 Parolo, 16 De Rossi, 23 Giaccherini, 4 Darmian, 9 Pellè, 17 Eder. (12 Sirigu, 13 Marchetti, 5 Ogbonna, 2 De Sciglio, 8 Florenzi, 10 Thiago Motta, 14 Sturaro, 21 Bernardeschi, 22 El Shaarawy, 11 Immobile, 20 Insigne, 7 Zaza). All.: Conte
BELGIO (4-3-3): 1 Courtois, 2 Alderweireld, 3 Vermaelen, 15 Denayer, 5 Vertonghen, 4 Nainggolan, 8 Fellaini, 6 Witsel, 7 De Bruyne, 9 R. Lukaku, 10 Hazard. (12 Mignolet, 13 Gillet, 16 Meunier, 18 Kabasele, 21 J. Lukaku, 23 Ciman, 11 Carrasco, 14 Mertens, 19 Dembele, 17 Origi, 20 Benteke, 22 Batshuayi). All.: Wilmots. Arbitro: Clattenburg (Ing)

La partita sarà trasmessa in diretta tv in chiaro ai canali Rai 1, Rai 1 Hd (ch.501) e Rai 4 col commento della Gialappa’s sul digitale terrestre, oppure su Sky ai canali Sport 1 (ch.201) e Super Calcio (ch.206) anche in hd. Possibile inoltre lo streaming su Sky Go, sempre per chi è abbonato Sky. In questo modo la partita si può vedere anche su Tablet e smartphone. Anche sul sito di Rai Sport a questo link Rai1Streaming si può seguire la partita in streaming.

Da Pc, inoltre, potete collegarvi a questo link e godervi il match in streaming comodamente seduti sul divano o nel luogo in cui vi trovate.

Le parole di Conte pre partita Italia Belgio

da repubblica.it: “Antonio Conte ha cercato di far evaporare anche la cappa d’ansia che pesa su tutti. Ma il ct è uno che con l’ansia ci convive da tempo. “La responsabilità si sente” ha detto lui stesso alla vigilia. E’ ancora più arcigno e tirato in volto. Si gioca un pezzo di carriera in un momento delicatissimo, sospeso a metà tra quest’avventura in nazionale, rimasta sostanzialmente incompiuta, che lo ha ripagato dal trauma del divorzio di due anni fa dalla Juventus, ma che non lo ha convinto a fondo. Pensava che club e nazionale fossero più o meno lo stesso mondo: due storie che in comune hanno solo il calcio, ma ambienti del tutto diversi. Quasi opposti, se non addirittura rivali.