Come fare il contouring perfetto in crema e in polvere e a cosa serve?


Come fare il contouring perfetto in crema e in polvere e a cosa serve? Il contouring, una delle tecniche di trucco più in voga e famose del momento grazie alla famosissima star americana Kim Kardashian. Tra le più esperte di trucco era già conosciuto, ma da quando è stato svelato il trucco di Kim è diventato un fenomeno mondiale irrefrenabile. Ormai qualsiasi casa cosmetica esistente sulla faccia della terra ha prodotto un kit per il contouring sia per le più esperte che per le meno esperte. Ma vediamo quali sono le tecniche principali per fare un contouring ad hoc: una tecnica è quella di realizzarlo con prodotti in crema, che rimane più evidente, pesante e meno naturale; mentre l’altra tecnica è quella con prodotti in polvere, che farà risultare il contouring sicuramente più naturale. 

A cosa serve il contouring?

Il contouring è una tecnica utilizzata nel mondo del make up per definire ed evidenziare i lineamenti del volto. Non è utilizzato solo per questo, poiché, quelli più pesanti e definiti possono essere utilizzati anche per rivoluzionare i lineamenti, infatti è molto usato dalle Drag Queen per trasformarsi da uomini a donne.
Se volete ridefinire il vostro volto questo è quello che fa per voi, quindi armatevi di fondotinta e di pennelli e mettetevi all’opera!

Come fare il contouring in crema?

Partiamo con la tecnica più utilizzata dalle star, tra cui appunto Kim Kardashian. Questo tipo di contouring non è sicuramente adatto alle ragazze che vogliono un trucco leggero, acqua e sapone, perché non darà sicuramente questo risultato. Si consiglia invece a tutte quelle ragazze che vogliono un viso scolpito.

Ma come si realizza? Prima di tutto bisogna avere a portata di mani un pennello da fondotinta o un pennello angolato di dimensioni medie. Bisogna avere un fondotinta in crema un po’ più scuro del colore della propria pelle e uno un po’ più chiaro. Entrambe dovranno avere un sottotono freddo. Questo per poter andare a realizzare i punti di ombra e i punti di luce sul volto.

Partiamo dai punti di ombra. Si devono scurire tutte quelle parti del viso che vogliamo che si “ritirino”, come per esempio la conca sotto l’osso dello zigomo, in modo che lo zigomo sembri più alto e definito. Un’altra zona da scurire è la parte delle tempie, in modo da far sembrare il volto più affusolato e allungato. I lati del naso, per renderlo più fine e infine la parte intorno al mento.

I punti di luce saranno tutte quelle parti che non sono state scurite precedentemente, quindi gli zigomi, il centro della fronte, il centro del naso, l’arco di Cupido (la fossetta naturale tra il naso e il labbro superiore) e il centro del mento.

Il tutto andrà sfumato molto bene perché il contouring in crema è come se fosse già lui stesso la base.

Come fare il contouring in polvere?

Fare il contouring in crema è molto semplice, infatti si deve fare esattamente allo stesso modo del contouring in crema. L’unica differenza è che va fatto sopra la propria base con un normale fondotinta in crema o in polvere. Questo tipo di contouring sarà molto più naturale ma comunque evidente senza appesantire troppo il volto.

image