CARNEVALE 2016: 3 MODI DI FESTEGGIARE LA FESTA PIU’ SPENSIERATA DELL’ANNO


La Paniccia è la più antica tradizione del carnevale della Valsesia le cui origini si perdono nel tempo. Domenica 7 febbraio, l’ultima prima dell’inizio della Quaresima, a Riva Valdobbia, come in tutti i comuni montani circostanti, viene preparata e distribuita gratuitamente alla popolazione la Paniccia, un sostanzioso minestrone di riso e verdure cotto sul fuoco dentro enormi pentoloni.

CARNEVALE 2016: 3 MODI DI FESTEGGIARE LA FESTA PIU’ SPENSIERATA DELL’ANNO

L’usanza prevede l’accensione dei fuochi sotto le caudere alle 6 di mattina. Dopo una cottura lunga diverse ore e un intenso lavoro da parte dei cuochi, il prelibato minestrone viene distribuito intorno a mezzogiorno. Prima però è necessaria la benedizione da parte del prevosto. Intanto, intorno alle 10 di mattina la Piazza del Mercato inizia ad animarsi con la musica della banda, mentre una lunga fila di persone inizia a mettersi in coda con in mano il pentolino, attendendo l’apertura della sbarra per portare a casa qualche mestolo della fumante Paniccia. Il pomeriggio prosegue con la Ciaspolada del Monte Rosa: corsa e passeggiata con racchette da neve, libera a tutti. Venerdì 12 febbraio, a partire dalle 21.00, nella vicina Varallo Frazione Roccapietra si terrà invece il tradizionale Rogo del Tonio con testamento e fuochi d’artificio.

PUNTO DI PARTENZA: Mirtillo Rosso Family Hotel omaggia l’incontaminato scenario della Valsesia con una struttura perfettamente integrata nel paesaggio valligiano e orientata al massimo della sostenibilità ecologica. Realizzata interamente in legno, con le migliori tecnologie rivolte al risparmio energetico, all’impiego delle risorse idriche e alla gestione dei rifiuti, riprende l’architettura delle antiche case Walser risalenti al XIII-XIV secolo. Ha aree comuni (ristorante, bar, lounge, giardino dei bambini e reception) pensate e progettate ad altezze inferiori rispetto a quelle standard, per agevolare i piccoli ospiti nella fruizione di tutti i servizi. Camere luminose e ovattate, strutturate con spazi per il gioco e per il riposo. Una Family SPA con piscine a profondità differenziata dove sostare spensierati sotto il chiarore delle stelle o nell’ovattata discesa dei fiocchi di neve. Tante le proposte di animazione, sia in ambienti interni che esterni, e le escursioni guidate in paese tra le fontane, i forni, i mulini e le case Walser, oppure nei dintorni dell’hotel, in mezzo alla natura.

PREZZI Mirtillo Rosso Family Hotel:
dalla domenica al giovedì: a partire da 90,00 euro a persona in B&B, incluso il libero accesso alla SPA, il deposito sci e scarponi, l’animazione per i bambini (3-14 anni), la navetta per Alagna e le piste da sci.
venerdì e sabato: a partire da 105,00 euro a persona in B&B, incluso il libero accesso alla SPA, il deposito sci e scarponi, l’animazione per i bambini (3-14 anni), la navetta per Alagna e le piste da sci.

Bambini 3-14 anni sconto 50% sulla tariffa degli adulti
Bambini 0-2 10,00 euro a notte

Il 6 febbraio ad Artesina, nel comprensorio sciistico del Mondolè Ski,  si tiene La Festa delle Mascotte: l’11° raduno nazionale delle mascotte d’Italia. i bambini possono sciare in compagnia della loro mascotte preferita: c’è Prezzemolo” di Gardaland, “Splaffy” dell’Acquario di Genova, “Grifo” del Genoa Calcio, e tante altre famose mascotte. Tutte in costume carnevalesco, come i baby sciatori del Miramonti, ovviamente. Numerosissime le adesioni per una giornata che si preannuncia ricca di colore e divertimento, per la gioia dei più piccini. L’evento, che farà da prologo all’ormai tradizionale gara mascherata, ha ormai varcato i confini locali per diventare una manifestazione dedicata all’infanzia di portata nazionale. L’elenco completo dei partecipanti è davvero nutrito, non possono dunque mancare i piccoli ospiti dell’Hotel Miramonti, che potranno sfoggiare sulle piste innevate del Mondolè Ski il loro costume carnevalesco preferito. Al ritorno in albergo la merenda è servita su tavolini e seggiole in formato mignon con sane e golose ciambelle fatte in casa, succhi di frutta biologici e cioccolata calda Lindt. La festa prosegue il giorno successivo, domenica 7 febbraio, con il tradizionale mercatino di Artesina.

PUNTO DI PARTENZA: Hotel Miramonti di Frabosa Soprana (CN): l’albergo family-friendly più conosciuto delle Alpi del Mare, con un’infinità di servizi per i più piccini e tante attività a stretto contatto con la natura. Lezioni di sci con i maestri di Frabosa Soprana direttamente sulle piste o fuori dall’hotel, nel giardino di 10.000 mq, chiaramente sempre sotto la vigile sorveglianza di animatrici professioniste nonché di Mimì la Miramotta – la mascotte dell’albergo. I laboratori di teatro e gli spettacoli ricchi di creatività. Persino i menù, i buffet personalizzati, biberonerie attrezzate e un orto biologico dove le mamme possono raccogliere frutta e verdura per preparare le pappe in autonomia. Per le giornate di pioggia c’è una stanza ricca di libri, matite colorate, film, giochi di società e cartoon.

PREZZI Hotel Miramonti:
a partire da 79,00 euro a persona in camera doppia in trattamento di ½ pensione, animazione bambini tutti i giorni dalle 9,30 alle 22,00, merenda gratuita per i bambini, sconto del 20% su tutti trattamenti e i massaggi alla Miramonti SPA sino alle ore 16,30

Bimbi gratis 0-3 anni non compiuti,
50% sconto 3-6 anni non compiuti,
30% sconto 6-12 anni non compiuti

Sabato 30 gennaio il Carnevale di Fano, il più antico d’Italia, reso famoso dal “Getto” (cioè il lancio di dolciumi sulla folla), si trasferisce in collina, tra i vicoli di Montemaggiore al Metauro. A partire dalle 14.30 i carri sfileranno tra piccole vie di questi borgo racchiuso tra calde mura di cotto rossastro per imbattersi nel palazzo pubblico, la chiesa del santo patrono, le piazze per le assemblee e il mercato, le torri e i fortilizi ancora perfettamente conservati. Anche quest’anno quintali di caramelle e cioccolatini pioveranno dai carri allegorici durante la sfilata.

PUNTO DI PARTENZA: nel centro dell’antico borgo murato di Montemaggiore affonda le radici dell’ospitalità Mons Major Relais, uno scrigno d’accoglienza composto da 7 camere distribuite nel borgo, tutte con accesso indipendente e qualcuna con segretissimi giardini dedicati. Vantano ancora camini d’epoca, soffitti travati, letti in ferro, delle kitchenette attrezzate, wi-fi gratuito e TV con pacchetto Sky completo. Nel centro benessere si susseguono la sauna, la doccia scozzese, la scenografica vasca benessere colma di acqua salata e completa di idromassaggio ricavato dall’antica ghiacciaia, infine una sala relax con dolcetti, tisane e spizzichi di frutta fresca. In menù tanti trattamenti benessere, dalla riflessologia facciale eseguita con tecnica vietnamita a quella plantare defatigante; dal trattamento osteopatico articolare al più vivace trigger point per sciogliere più efficacemente tensioni, trattamenti miofasciali eseguiti sulle fasce muscolari e sessioni di yogalates (combinazione di yoga e pilates) per il ripristino del range di movimento delle articolazioni, limitato da traumi o cattive abitudini posturali. C’è anche un’accogliente Frescheria, aperta anche ai viandanti che passano per Montemaggiore, custode di tantissime leccornie del territorio. Qui si può ordinare un semplice caffè con fette di torta e biscotti preparati in casa con farine biologiche dei mulini della valle, oppure un tagliere di salumi e formaggi del territorio, accompagnato da sorsi di Bianchello del Metauro, Sangiovese dei colli pesaresi, passiti affumicati. Una buona scusa per assaggiare la tipica caciotta di Urbino, il pecorino della Valmetauro, il formaggio maturato in fossa, il cacio a forma di limone, il tufino, la ricotta, la mozzarella conditi con olio di Cartoceto, salse al tartufo, composte di visciola, miele barricato….

PREZZI Mons Major Relais:
a partire da 85,00 euro al giorno, a camera matrimoniale, in trattamento B&B, con pernottamento e colazione
Bambini da 0 a 5 anni gratuiti