Come si cura e quanto si bagna un bonsai?


Come si cura e quanto si bagna un bonsai? I bonsai sono delle piccole piante che possono essere sia tenute in casa e quindi in appartamento sia all’esterno. A seconda del posto a cui sono destinate ci sono i bonsai da interno e quelli da esterno. Curare un bonsai però non è una cosa così semplice, ci sono infatti dei piccoli accorgimenti a cui si deve stare attenti per far si che il vostro piccolo bonsai duri a lungo, in quanto i bonsai possono vivere davvero moltissimi anni. Ma come si cura un bonsai? 

Come si cura e quanto si bagna un bonsai?

Un bonsai richiede molte attenzioni e tanto tanto amore, ma non richiede così tanta acqua come si può invece credere. La cosa più importante infatti è la posizione in cui si sceglie di metterli all’interno dell’appartamento, se si ha un bonsai da appartamento. È molto importante infatti che siano in una posizione molto luminosa e in cui non prendono colpi d’aria diretti. Un’altra cosa importante è di posizionarli in un luogo non troppo caldo. 

Come seconda cosa, dopo aver posizionato il proprio bonsai, si può pensare a come curarlo e bagnarlo. Il Bonsai, diversamente da quello che si pensa non necessita di moltissima acqua, infatti si deve prestare molta attenzione al suo terriccio. Nel momento in cui il terriccio inizia a seccarsi è bene bagnarlo senza lasciarlo seccare completamente. Ma come si bagna? Il Bonsai richiede un’annaffiatura ad immersione, infatti dovrete inserire il vostro bonsai all’interno di un catino oppure di una vasca immergendoli nell’acqua fino all’orlo del vaso, in modo che loro prendano l’acqua dalla fessura che generalmente hanno sotto il loro vaso.

Durante la settimana, per dargli una rinfrescata, si possono spruzzare sulla chioma. Questo si deve fare una volta alla settimana, ma non è necessario.

Durante la stagione estiva è bene metterlo fuori, magari all’ombra sotto una pianta, in modo che si ossigeni e si fortifichi sotto le intemperie.

image