Quando è arrivato suo mercato il primo telefono cellulare? Esperienza Motorola



Quando è arrivato suo mercato il primo telefono cellulare? Esperienza Motorola. Motorola ha trovato la sua vocazione, a 45 anni dalla prima telefonata cellulare. È difficile immaginare un mondo senza cellulari – e sia che si tratti di rimanere in contatto con la famiglia e gli amici lontani sia di catturare dei ricordi mentre si è in movimento, il telefonino ha un ruolo e un impatto che non ha mai avuto prima, nelle nostre giornate.

Quando è arrivato suo mercato il primo telefono cellulare? Esperienza Motorola

L’introduzione del primo telefono portatile da parte di Motorola 45 anni fa non ha solo cambiato il mondo, ma continua a rappresentare il motivo per cui la tecnologia ha un ruolo tanto importante nelle nostre vite. Il cellulare è solo una parte della nostra tradizione. Una tradizione segnata da rivoluzioni, innovazione e da alcuni dei dispositivi che hanno fatto epoca.

Quando è nato il primo telefono cellulare: 1983 – Motorola DynaTAC

Il 3 aprile del 1982 abbiamo introdotto sul mercato il primo telefono cellulare. Il Motorola DynaTAC (Dynamic Adaptive Total Area Coverage) era lungo 33 cm e pesava 800 grammi. Pensate che sia un po’ ingombrante? Oggi il Moto X4 è alto circa 15 cm e pesa meno di 250 grammi. Il primo cellulare al mondo offriva circa 30 minuti di utilizzo per carica, poteva memorizzare 30 numeri di telefono e impiegava ben 10 ore a caricarsi. Oggi non sembra certo una rivoluzione, ma nei primi anni ’80 non si era mai visto nulla di simile.

Primo telefono cellulare – 1996: Motorola StarTAC

Nel 1996 abbiamo dato il via a uno dei più importanti trend nella storia dei telefoni mobili con il lancio del Motorola StarTAC, il primo telefono con chiusura “a conchiglia”. Con un peso di poco più di 90 grammi e un’altezza di 10 cm, lo StarTAC era all’epoca il più piccolo telefono disponibile sul mercato. Il primo telefono richiudibile rimase popolare fino ai primi anni 2000.

2004: Motorola RAZR
Proprio così. Stiamo parlando dell’ICONICO Motorola RAZR. Quando il RAZR fu lanciato nel 2004, divenne immediatamente l’elemento distintivo di una generazione. Icona culturale a tutti gli effetti, il RAZR V3 originale era il più sottile tra i telefoni richiudibili disponibili sul mercato e dimostrò che il cellulare non era solo uno strumento di lavoro ma anche un accessorio di moda (Rosa shocking? Oppure rosso o blu?). Modestia a parte 😉 il RAZR V3 è stato il cellulare a conchiglia più venduto di tutti i tempi, e il fatto che rappresenti un’icona del design fa ‘si che alcune persone lo usino tutt’ora.

2016: moto z + moto mods
Non abbiamo ancora finito! Nel 2016 abbiamo presentato un dispositivo che ha completamente cambiato le regole del gioco e ha spostato i limiti a cui un telefono cellulare può arrivare. Il moto z è l’unico a trasformarsi in un proiettore, in uno smart speaker o in un gamepad grazie ai nostri moto mods. Con le innumerevoli possibilità offerte dalla sua tecnologia modulare, il moto z è più di uno smartphone, perché apre un numero illimitato di possibilità.

Oggi: l’innovazione al centro
Qui in Motorola continuiamo a innovare per voi. Che si tratti di sviluppare nuove idee in crowdsourcing per i nuovi moto mods, di offrire caratteristiche esclusive a prezzi vantaggiosi o di aiutare le persone a gestire meglio il tempo che passano a interagire con lo smartphone (qui puoi provare il test di Motorola per scoprire quanto sia equilibrato il tuo rapporto con lo smartphone), il nostro desiderio di rivoluzionare il mondo della tecnologia mobile è più forte che mai. Noi di Motorola ci siamo divertiti a segnare gli ultimi 45 anni di storia della telefonia mobile, e non vediamo l’ora di mostrarti che cosa abbiamo in serbo per il futuro!

Articoli in evidenza