Come e a quanti anni è stato condannato Michele Buoninconti per l’omicidio di Elena Ceste?


Come e a quanti anni è stato condannato Michele Buoninconti per l’omicidio di Elena Ceste? Ne parlano Pomeriggio 5, Quarto Grado e tutti i media nazionali. Il massimo della pena per Michele Buoninconti.

Come e a quanti anni è stato condannato Michele Buoninconti?

La pesante condanna a 30 anni per il marito di Elena Ceste, giudicato colpevole dell’omicidio della donna sua moglie.

Corriere.it scrive: “Si è concluso coì il processo di primo grado per l’omicidio dei Elena Ceste, scomparsa a gennaio 2014 e ritrovata morta in un canale nove mesi dopo. Il marito della donna, Michele Buoninconti, è stato ritenuto colpevole di aver ucciso la moglie e averne nascosto il cadavere. Il giudice Roberto Amerio ha accolto le tesi dell’accusa, che aveva chiesto il massimo della pena nel processo col rito abbreviato. «Sono innocente, non c’è stato nessun omicidio», aveva ripetuto l’uomo in Aula durante l’ultima udienza.

L’Huffington post scrive: “Durante le dichiarazioni spontanee rese prima della sentenza, Buoninconti ha detto: “Signor Giudice, io mi trovo davanti a
lei senza un motivo vero, non c’è alcuna certezza che mia moglie sia stata uccisa e la procura non può provarlo, né ora, né mai, semplicemente perché non è accaduto”. Il marito della vittima ha continuato: “Ci vogliono le prove per condannare un uomo e la procura non le ha perché non esistono, non si può trasformare a piacimento un innocente in un colpevole, tra l’altro, di un omicidio che non c’è stato”.

“Elena delirava e sentiva le voci quella notte e si picchiava in testa – ha sostenuto l’uomo – non me lo sono inventato, questa crisi psicotica si ascrive perfettamente nel quadro dei suoi disturbi precedenti, quei disturbi di ottobre e novembre, li chiami crisi psicotica come l’accusa o pensieri ossessivi persecutori come la consulente della difesa”.

Ma tutto questo non gli è servito per riconquistare la sua libertà.