Che abito indossa Valerio Scanu al Festival di Sanremo che stilista?


Che abito indossa Valerio Scanu al Festival di Sanremo che stilista? Valerio Scanu torna al festival di Sanremo con il brano “Finalmente piove”. Ma che look ha scelto per le sue sserate sanremesi? Chi è lo stilista che lo veste?

Che abito indossa Valerio Scani al Festival di Sanremo che stilista?

Sarà lo stilista torinese Carlo Pignatelli a firmare il look di Valerio Scanu per il festival di Sanremo. A sei anni dalla vittoria, il ritorno del giovane cantante italiano sarà accompagnato dalla sartorialità dall’eleganza timeless, della maison Made in Italy che porterà sul palco completi sofisticati che alterneranno suggestioni classiche e smoking dal twist contemporaneo e dalle nuance speciali ed esclusivi.

Il cantante sarà in gara al teatro Ariston con l’inedito “Finalmente piove“, scritto da Fabrizio Moro e titolo del nuovo cd in uscita il 12 febbraio.

La collaborazione Carlo Pignatelli per Valerio Scanu, conferma ancora una volta il legame tra il brand e il mondo del menswear la cui mission è quella di interpretare lo stile attraverso la classe, la cura per i dettagli, la creatività, l’originalità con una grande capacità espressiva esattamente come il carismatico Valerio Scanu trasmette con la sua voce.

Il brano sanremese

 

Il testo della canzone di Valerio Scanu Finalmente piove

Qualcuno è già partito è andato via senza lasciare traccia
Qualcuno è ritornato per metterci la faccia
Qualcuno si è sentito male per i troppi vizi
Qualcuno ha perso la partita ma non ha subito i fischi
Qualcuno non ha mai provato amore nel suo vivere
Oppure lo ha trovato ma non lo sa descrivere…
No tu non hai, tu non hai, tu non hai capito
No, tu non hai, tu non mi hai capito mai
Finalmente piove e il suo rumore non se ne va
Ma le mie parole le puoi capire
Senza dirtele in faccia
Le ho riflesse negli occhi
Le ho descritte negli attimi più ingenui di una storia che sta per finire
Qualcuno è andato avanti e poi è tornato al punto di partenza
Perché si è accorto in tempo che non aveva resistenza
No tu non hai, tu non hai, tu non hai capito
No, tu non hai, tu non mi hai capito mai
Finalmente piove e il suo rumore non se ne va
Ma le mie parole, le puoi capire
Senza dirtele in faccia
Le ho riflesse negli occhi
Le ho descritte negli attimi più ingenui di una storia che sta per finire
No tu non hai, tu non hai, tu non hai capito
No, tu non hai, tu non mi hai capito mai
Senza dirtele in faccia
Le ho riflesse negli occhi
Le ho descritte negli attimi più ingenui di una storia che sta per finire
Come un film d’autore o una canzone che se ne va