Come compilare un assegno bancario: cosa scrivere e in quali spazi


Avete appena aperto un conto in banca e non avete idea di come compilare il vostro primo assegno bancario? Nessun problema: ecco qui una guida semplicissima. L’assegno è composto da diverse sezione e noi ne analizziamo una alla volta.

In alto a sinistra trovate il luogo di emissione che è importante perchè se il luogo di emissione è lo stesso della banca allora la riscossione deve avvenire entro 8 giorni, se invece i due luoghi non coincidono avete 15 giorni di tempo.

Di fianco al luogo trovate la data di emissione che è sempre obbligatoria. Se viene indicata anche una data successiva a quella di emissione di parla di assegno post-datato. Attenzione perchè la post-datazione è consentita per un massimo di quattro giorni, altrimenti si compie un illecito fiscale.

In alto a destra trovate lo spazio in cui inserire l’importo in cifre dell’assegno: se la cifra è tonda dopo la virgola dovrete scrivere due zeri (es 1542,00); se la cifra non è tonda, ovviamente dopo la virgola andranno scritti i decimali.
Ora dovrete scrivere anche l’importo in lettere, nell’apposito spazio: non è altro che la traduzione in lettere scritta prima in cifre; qui al posto della virgola, prima dei decimali, dovrete scrivete una sbarra obliqua /. (es millecinquecentoquarantadue/00).

Sotto questo spazio troverete la riga destinata al beneficiario, cioè a colui che riscuoterà l’assegno ed è importante perchè nel caso in cui dovesse mancare il beneficiario chiunque potrebbe incassare l’assegno.
Ora non vi resta che firmare l’assegno e consegnarlo al beneficiario.

Photo| fumetteria.com