Come evitare il mal di testa durante le feste natalizie


Come evitare il mal di testa durante le feste natalizie. Al via la stagione delle feste e il mal di testa è dietro l’angolo. Corse ai regali, addobbi, brindisi e abbuffate sottopongono l’organismo a stress e possono causare episodi di mal di testa. Un disturbo che rischia di rovinare i giorni più attesi dell’anno. Ecco il vademecum dell’esperto per evitare di trovare sotto l’albero questa spiacevole sorpresa.

Come evitare il mal di testa durante le feste natalizie

Milano, 3 dicembre 2015 – È ufficialmente partita la corsa ai preparativi e la stagione delle feste si annuncia come sempre frenetica. Le ultime settimane di dicembre sono un susseguirsi di brindisi, abbuffate, addobbi e acquisti. Natale e Capodanno sono tra i momenti più attesi dell’anno, ma possono tramutarsi in uno dei periodi più stressanti del calendario ed ecco che sotto l’albero, insieme ai regali, molti italiani rischiano di trovare il mal di testa. “Un disturbo fastidioso, che merita però la giusta attenzione. – spiegaGennaro Bussone, Primario Emerito Istituto Neurologico C. Besta di Milano e Presidente Onorario ANIRCEF – “Le feste rappresentano in molti casi un momento stressante per l’organismo a causa degli eccessi alimentari, delle ore piccole, dei viaggi e degli spostamenti frequenti. Questo può portare allo scatenarsi di episodi cefalalgici, per lo più di tipo tensivo ed occasionale, che non devono essere sottovalutati e richiedono una gestione corretta”.

Impossibile sottrarsi ai ritmi delle feste, ma per prevenire questo spiacevole disturbo bastano alcuni semplici accorgimenti. “L’equilibrio dell’organismo è il primo fattore da tenere in considerazione per prevenire l’insorgere di episodi cefalalgici durante i festeggiamenti natalizi e di fine anno. – continua Bussone – Altro elemento importante è la tempestività di intervento alla comparsa dei primi sintomi. Anziché aspettare che il dolore si manifesti in modo intenso, è utile bloccare subito l’evolversi dell’episodio con un farmaco antinfiammatorio efficace e ben tollerato, come l’ibuprofene, che agisce rapidamente prima che il dolore raggiunga il suo apice. Inoltre, è importante evitare sforzi eccessivi e bruschi cambiamenti nei ritmi quotidiani, soprattutto nel sonno e nell’alimentazione, ma anche vivere questo momento con un atteggiamento sereno e rilassato, anziché come un tour de force di impegni stressanti.”
Ecco il vademecum dell’esperto per non trovare il mal di testa sotto l’albero.

IL VADEMECUM PER NON TROVARE IL MAL DI TESTA SOTTO L’ALBERO, A CURA DEL PROF. GENNARO BUSSONE, PRIMARIO EMERITO ISTITUTO NEUROLOGICO C. BESTA DI MILANO E PRESIDENTE ONORARIO ANIRCEF
ALLENARSI ALLE FESTE – nelle settimane precedenti è utile preparare l’organismo ad affrontare i ritmi intensi dei festeggiamenti. Praticare attività fisica con continuità, sfruttando ad esempio l’acquisto dei regali per fare lunghe passeggiate all’aria aperta, e adottare un corretto stile di vita sono accorgimenti utili per rinforzare le difese dell’organismo e la sua capacità di sopportare i cambiamenti.

NO AI TOUR DE FORCE – evitare di sottoporsi a sforzi eccessivi, per partecipare a tutte le feste e non perdere nemmeno un brindisi. Definire una lista di priorità e dedicare le proprie energie a un numero realistico di impegni.

NON ASPETTARE – in caso di comparsa dei primi sintomi di mal di testa, intervenire subito con un rimedio antinfiammatorio efficace e ben tollerato, come l’ibuprofene, in grado di agire rapidamente per bloccare l’evolversi dell’episodio e l’intensificarsi del dolore (in caso il mal di testa aumenti di frequenza e intensità è però necessario rivolgersi a un esperto per maggiori approfondimenti).

ORE PICCOLE A PICCOLE DOSI – cercare di limitare gli stravolgimenti dei normali ritmi sonno-veglia che alterano l’equilibrio fisiologico dell’organismo. Un accorgimento utile può essere quello di organizzare le serate di festeggiamento in modo da ritagliarsi un adeguato tempo di recupero e di riposo tra una festa e l’altra.

ABBUFFATE POCHE MA BUONE – fare attenzione agli eccessi alimentari e, nonostante gli inevitabili strappi alla regola, cercare di mantenere le proprie abitudini, ad esempio continuando a fare una buona colazione e garantendo all’organismo una buona idratazione. Attenzione anche ai digiuni o alle diete drastiche post-abbuffata, che possono contribuire ad alterare ulteriormente l’equilibrio dell’organismo.

L’ATTEGGIAMENTO GIUSTO – vivere le giornate di festa con un atteggiamento rilassato e sereno è una buona regola per evitare la spirale negativa dello stress. Organizzare gli impegni in modo da vivere al meglio ogni momento, con tutta l’energia e la positività che meritano queste giornate tanto attese.

image