Come fare la dieta mediterranea contro le rughe e l’invecchiamento?


Come fare la dieta mediterranea contro le rughe e l’invecchiamento? La dieta mediterranea sembra sempre quella più giusta per la nostra salute psico-fisica. E oggi sembra funzionare anche contro le righe e l’invecchiamento. Ma come fare la dieta mediterranea in modo corretto?

Come fare la dieta mediterranea contro le rughe e l’invecchiamento?

La dieta mediterranea come elisir di lunga giovinezza? Forse si anche se molti di voi ancora non lo sanno. Ok alle creme e super creme ma è provato che per mantenere una pelle giovane e idratata c’è bisogno di un supporto alimentare.

Occore un’alimentazione sana e regolare, povera di grassi e ricca di verdure, insomma una dieta di tipo mediterraneo.

Wellnessworld scrive in tal senso: “L’associazione italiana di ecodermatologia Skineco “Belli mangiando”, tenutosi di recente a Roma, che ha visto la partecipazione in qualità di relatori di numerosi dermatologi e specialisti di medicina anti-aging.

“Parte del nostro elisir di lunga vita è in cucina” ha esordito Pucci Romano, specialista in Dermatologia e Presidente Skineco, “e il segreto risiede nelle radici ambientali, culturali e culinarie del nostro meraviglioso Paese. Pensiamo alle produzioni tradizionali: ulivi millenari per l’olio extravergine di oliva, una fonte di acidi grassi preziosissimi dal potere antiossidante, grassi vegetali buoni e poi l’uva sia da tavola che da vino, specialmente il rosso, un concentrato di polifenoli e resveratrolo dalla spiccata azione antiossidante e anti-aging.

E’ assodato, quindi, che una dieta mediterranea sana e genuina, dosata con la giusta quantità di carboidrati e senza troppi grassi animali, può essere considerata anche un trattamento estetico contro invecchiamento e in grado di ridurre le rughe.

Ecco una tipica dieta mediterranea che potete seguire

Ecco quella che ci consiglia Greenstyle:

Colazione: una tazzina di tè senza zucchero, una tazza di tè oppure di latte parzialmente scremato, due fette biscottate, un cucchiaino di formaggio cremoso light;
spuntino: una spremuta di agrumi oppure un frutto di stagione;
merenda: un frutto di stagione oppure una macedonia mista senza zucchero.

Ecco invece i piatti consigliati dal lunedì alla domenica.

Lunedì
Pranzo: 60 o 70 grammi di pasta condita con broccoli lessati e passati in padella con aglio, olio extravergine d’oliva, tre mandorle a pezzetti, peperoncino e un acciuga a piacere, misto di crudité di stagione.
Cena: minestra di verdure con avena integrale, due uova al tegamino con crostini.

Martedì
Pranzo: risotto al radicchio aromatizzato con pepe nero o altre spezie a piacere, coste lessate e gratinate al forno e merluzzo cotto in padella con pomodoro.
Cena: lenticchie in padella, broccoli e cavolfiori al vapore conditi con olio d’oliva e spezie a piacere.

Mercoledì
Pranzo: erbette di stagione e spinaci saltati in padella con spezie e aromi a piacere, e tagliata di manzo al rosmarino.
Cena: minestra di verdure con farro integrale, due bruschette con pomodoro e origano, ribollita di verdure.

Giovedì
Pranzo: ratatouille di verdure di stagione, un piatto di minestra con orzo integrale e verdure.
Cena: passato di verdure e legumi, 120 grammi di fesa di tacchino ai ferri, insalata mista con una spolverata di semi di zucca pestati.

Venerdì
Pranzo: insalata belga e radicchio ai ferri, 60 o 70 grammi di pasta con ragù di verdure e di olive.
Cena: trota al cartoccio con una patata, misto di verdure cotte al vapore.

Sabato
Pranzo: insalata mista, due uova in omelette con una spolverata di formaggio tipo grana e una fetta di pane tostato.
Cena: vellutata di verdure di stagione e 130 grammi di pollo in casseruola con patate.

Domenica
Pranzo: 60 o 70 grammi di pasta integrale saltata in padella con cavolfiore cotto al vapore, e insalata mista per concludere.
Cena: 70 o 80 grammi di prosciutto crudo sgrassato o di bresaola con limone, rucola e scaglie di grana, insalata di spinacini con una spolverata di semi di sesamo.

foto|aciclico.com