Previsioni meteo estate 2015, che tempo farà quest’estate?


Previsioni meteo estate 2015, che tempo farà quest’estate 2015? Le previsioni sono un po’ ballerine. Pioggia e sole? Sarà un’estate migliore di quella del 2014?

Previsioni Meteo estate 2015

Alternanza di caldo e freddo. Meteoweb scrive: “…In poche parole l’estate 2015 sarà caratterizzata da una continua “altalena termica”, tra fasi calde e soleggiate, a tratti anche particolarmente intense per la stagione, inframmezzate da rapide incursioni di aria più fresca e umida dalle latitudini nord-atlantiche, o dall’Europa settentrionale, in grado di innescare prolungate fasi di tempo instabile…”

Previsioni Meteo Luglio 2015

Nel mese di luglio, oltre all’anticiclone delle Azzorre, giungeranno in Italia – soprattutto al sud – correnti di aria calda provenienti dall’Africa. Si tratterà di una circostanza piuttosto sporadica. Le temperature in quei giorni potranno salire ulteriormente e andare al mare comincerà a diventare una necessità. E quanto scrive Marco Polo.

Previsioni Meteo Agosto 2015

Nel mese di agosto, in Italia, la convivenza dell’anticiclone delle Azzorre e di quello subtropicale africano diventerà più frequente rispetto a luglio. L’aria calda proveniente dall’Africa potrebbe causare problemi di siccità nelle regioni più a sud. Nel resto d’Italia – soprattutto al centro – assisteremo ad improvvisi temporali pomeridiani dovuti allo scontro tra l’aria calda che si solleva a seguito dell’intenso riscaldamento del suolo e l’aria più fresca in alta quota. E’ quanto scrive sempre Marco Polo.

Nel mondo arriva il Niño

Secondo quanto scrive Repubblica.it il 2015 porta con sè il Niño.Dopo una pausa di 5 anni, la corrente anomala calda che si sviluppa sulle coste occidentali dell’America del Sud si è formata di nuovo e influirà sul clima globale creando le premesse per un ulteriore record del caldo.
“El Niño provoca effetti molto consistenti e diversi nelle varie aree del pianeta”, spiega il cimatologo Vincenzo Ferrara. “Porterà piogge violente e alluvioni in Cile, Perù, Bolivia. E avrà un effetto opposto in Australia e in Indonesia, scatenando lunghe siccità e temperature molto alte. Il clima diventerà ancora più secco nell’Africa subsahariana e nel golfo di Guinea. E le correnti aeree di alta quota verranno modificate”.”