Come scrivere e contattare Laura Boldrini Presidente della Camera?


Come scrivere e contattare Laura Boldrini Presidente della Camera? Laura Boldrini, Presidente della Camera dei Deputati italiani, come scriverle e mandare un messaggio?

Come scrivere e contattare Laura Boldrini Presidente della Camera?

Sul sito ufficiale di Laura Boldrini si legge: “Sono nata a Macerata il 28 aprile 1961.Ho vissuto a Jesi, dove ho frequentato le scuole, fino alla maturità classica. Nel 1980 mi sono iscritta alla facoltà di Giurisprudenza presso l’università pubblica la Sapienza di Roma, dove mi sono laureata nel 1985.”

E ancora: “Nel 2013 entro alla Camera dei deputati, di cui vengo eletta presidente il 16 marzo dello stesso anno. Ho caratterizzato il mio mandato con azioni innovative su vari fronti: questioni sociali e di genere, disuguaglianze e periferie, risparmi e trasparenza, violenza sul web e contrasto alle fake news.”

Come scrivere a Laura Boldrini?

Ci sono vari modi per mettersi in contatto con Laura Boldrini e mandarle un messaggio o farle una domanda:

  • Facebook, cliccando qui e accedendo alla sua pagina ufficiale;
  • Twitter, cliccando qui per accedere al suo account ufficiale;
  • Instagram, tramite il suo account ufficiale potendo scriverle tramite messaggio Direct.

 

Questo quadro l’ha dipinto Mario Sironi, artista di spicco durante il Ventennio. È appeso nel mio studio, alla Camera dei deputati. L’ho trovato già lì, e siccome è molto bello, non ho mai pensato di farlo sostituire, né tantomeno di «distruggerlo». Perché lo dico? Perché alcuni quotidiani, in questi giorni, mi hanno ripetutamente attribuito affermazioni mai pronunciate: di voler «radere al suolo ed eliminare» palazzi, edifici e opere dell’epoca fascista. Ma è tutto falso. È una montatura. L’ennesima bufala che circola in rete ma che nasce dalla carta stampata. Fiumi d’inchiostro sul nulla. Anche la folta schiera di intellettuali che ha pontificato su una notizia falsa dovrebbe quantomeno ricevere le scuse da parte dei giornali su cui è intervenuta. Ripeto: non ho mai sostenuto, in nessuna circostanza, l’intenzione di abbattere i monumenti del regime. Vi invito quindi a non dare per scontate e, anzi, a verificare sempre le affermazioni che mi vengono attribuite. È noto, infatti, che alcuni media fanno della disinformazione una regola, allo scopo di farsi pubblicità e di delegittimare attraverso la menzogna chi viene considerato un avversario politico. Un ringraziamento sentito ai molti di voi che si rifiutano di prendere parte alle campagne denigratorie e partecipano al dibattito, anche su questa pagina, partendo dal merito delle questioni e dalla verità oggettiva dei fatti.

Un post condiviso da Laura Boldrini (@l_boldrini) in data: