Cosa è successo a Palermo incedio e cause sgombero cittadini in molte città in Sicilia


Cosa è successo a Palermo incedio e cause sgombero cittadini in molte città in Sicilia. Il dramma che sta vivendo la Sicilia in questo ore a causa dei molti incendi scoppiati in varie città a cominciare da Palermo. Ma cosa ha causato gli incendi a Palermo e in Sicilia?

Cosa è successo a Palermo incedio e cause sgombero cittadini in molte città in Sicilia.

Repubblica.it scrive: “Notte e mattinata di fuoco in Sicilia. Lo straordinario scirocco delle ultime ore, che ha fatto raggiungere picchi di 39-40 gradi, sta alimentando decine di roghi scoppiati tra ieri in tarda sera e questa mattina in diversi comuni delle province di Palermo, Agrigento, Trapani, Messina. A Palermo le fiamme divampano in diverse zone da Monte Pellegrino alla periferia, molte le abitazioni minacciate dalle fiamme e evacuate. Colpita gravemente la zona delle basse Madonie, sopra Cefalù: l’autostrada A20 Palermo – Messina, tra gli svincoli di Buonfornello a Castelbuono è chiusa in entrambe le carreggiate. Gli incendi stanno lambendo case, costruzioni e alberghi della zona.”

“Siamo sommersi dalla telefonate – dice un vigile del fuoco – la centrale operativa è in tilt”

I canadair costretti a terra per il troppo vento.

Meteoweb.eu scrive: “Palermo lotta contro gli incendi e lo scirocco: un altro rogo è divampato su Monte Pellegrino, il promontorio che domina il golfo di Palermo. In fiamme alberi, sterpaglie e macchia mediterranea. Il fumo è visibile da tutta la città e in particolare dal porto. Il rogo lambisce anche il cimitero dei Rotoli e minaccia il Santuario di Santa Rosalia. Disposta l’evacuazione della struttura a scopo precauzionale. Tutti i giardini e i parchi comunali resteranno chiusi a causa del forte vento e fino a cessata situazione di pericolo.”

Corriere.it scrive: “La Prefettura di Palermo ha istituito una unità di crisi per gestire l’emergenza. Sono presenti i vertici dei vigili del fuoco, dei forestali, del 118, della protezione civile oltre ai responsabili di polizia, carabinieri e guardia di finanza. Il prefetto Antonella De Miro sta coordinando gli interventi. La protezione civile regionale ha emesso un avviso per rischio incendi e ondate di calore per «temperature elevate e condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute della popolazione».

Intanto la colonnina di mercurio sale, con temperature fino ai 40 gradi e la Asp di Palermo ha fatto scattare il «Piano emergenza caldo 2016»