Come sono morte le vittime dell’Hotel Rigopiano risultati autopsie


Come sono morte le vittime dell’Hotel Rigopiano risultati autopsie. Le vittime della valanga sull’Hotel Rigopiano sono 29 mentre 11 sono i sopravvissuti. I risultati delle autopsie sui corpi delle prime vittime esaminate hanno dato informazioni certe sulla causa della morte. Come sono morte le vittime dell’Hotel Rigopiano?

Come sono morte le vittime dell’Hotel Rigopiano risultati autopsie

Le prime autopsie sui corpi delle vittime dell’Hotel Rigopiano hanno dato delle risposte precise.

L’ansa.it riporta quanto segue: “Sono state effettuate le prime autopsie sulle vittime della tragedia di Rigopiano. Nonostante la volontà iniziale di fare le autopsie il più possibile raggruppate, è stato il primario medico legale dell’ospedale di Pescara, Ildo Polidoro, a chiedere espressamente alla procura di Pescara il via libera alle autopsie per non deteriorare le condizioni dei corpi e rendere difficoltosa la ricerca della verità.

Come sono morte le vittime dell'Hotel Rigopiano risultati autopsie

Come sono morte le vittime dell’Hotel Rigopiano risultati autopsie

Le autopsie si sono svolte nell’istituto di medicina legale di Chieti. I corpi sono stati sottoposti anche a Tac, perché oltre ad alcuni segni evidenti esterni, ci sono da rintracciare anche possibili cause traumatiche interne. L’ipotesi più accreditata è quella di una serie di concause che avrebbero determinato la morte delle vittime, che sono state comunque trovate sepolte dalla neve.”

Per la vittima che corrisponde al nome di D’Angelo i risultati sarebbero diversi. La morte sarebbe avvenuta per assideramento. Ecco cosa riporta il Tgcom.it: “Considerando un caso specifico, Gabriele D’Angelo, che lavorava come cameriere all’albergo Rigopiano, è morto assiderato sotto la valanga.

E’ quanto emerge dai risultati dell’autopsia. Secondo quanto riferito dal medico legale di parte Domenico Angelucci, “sul corpo non ci sono segni di traumi né di asfissia come emorragie congiuntivali“. “Se fosse stato soccorso entro due ore, probabilmente si sarebbe potuto salvare”, aggiunge. Dopo le due ore, invece, qualunque soccorso sarebbe risultato inutile.”

Si attendono ancora i risultati delle autopsie sulle ultime vittime estratte dalle macerie dell’Hotel Rigopiano colpito dalla valanga.