Come è morto Carlo Azeglio Ciampi che malattia aveva


Come è morto Carlo Azeglio Ciampi che malattia aveva. E’ morto questa mattina Carlo Azegli Ciampi oggi 16 settembre 2016, a Roma. Aveva 95 anni.

Come è morto Carlo Azeglio Ciampi che malattia aveva

Carlo Azegli Ciampi aveva 95 anni, era nato a Livorno nel 1920 ed è stato  Presidente della Repubblica, dal 1999 al 2006. È stato per 14 anni, governatore della Banca d’Italia e presidente del Consiglio dal 1999 al 2006 al Quirinale.

Ciampi è statouno dei presidenti più amati in Italia dopo il compianto Sandro Pertini. Era un Europeista convinto, ed è stato fondamentale per la nostra entrata nell’Euro.

Ciampi fu anche uno dei ministri più popolari del governo ed ebbe l’appoggio del mondo economico e finanziario, Governatore della Banca d’Italia, ministro del Tesoro del governo D’Alema e Prodi, Ciampi ebbe un gradimento popolare sempre compreso tra il 70 e l’80%.

La sua vita. Carlo Azeglio Ciampi (Livorno, 9 dicembre 1920 – Roma, 16 settembre 2016[4]) è stato un economista, banchiere e politico italiano, decimo presidente della Repubblica dal 18 maggio 1999 al 15 maggio 2006.

È stato governatore della Banca d’Italia dal 1979 al 1993, presidente del Consiglio dei ministri (1993-1994), Ministro del tesoro e del bilancio e della programmazione economica (1996-1997), quindi Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione economica (1998-1999). Primo presidente del Consiglio e primo capo dello Stato non parlamentare nella storia della Repubblica, Ciampi fu anche il secondo Presidente della Repubblica eletto dopo essere stato governatore della Banca d’Italia, preceduto da Luigi Einaudi nel 1948. È stato anche governatore onorario della Banca d’Italia.

Dopo una militanza giovanile nel Partito d’Azione, Ciampi non ha più aderito ad alcun partito.[1][5] Come Capo dello Stato ha conferito l’incarico a tre Presidenti del Consiglio: Massimo D’Alema (del quale ha respinto le dimissioni di cortesia presentate nel 1999), Giuliano Amato (2000-2001) e Silvio Berlusconi (2001-2006); ha nominato cinque senatori a vita: Rita Levi-Montalcini nel 2001, Emilio Colombo nel 2003, Mario Luzi nel 2004, Giorgio Napolitano e Sergio Pininfarina nel 2005; ha infine nominato cinque Giudici della Corte costituzionale: nel 2000 Giovanni Maria Flick, nel 2004 Franco Gallo e nel 2005 Sabino Cassese, Maria Rita Saulle e Giuseppe Tesauro.

In quanto presidente emerito della Repubblica, è stato senatore di diritto e a vita. (via wikipedia).

E’ morto oggi 16 settembre all’età di 95 anni, aveva avuto un delicato intervento chirurgico ed è morto in una clinica romana. (fonte gazzetta.it).

È morto in una clinica romana dopo la lunga malattia del Parkinson, la stessa di San Giovanni Paolo II: a darne notizia il Quirinale.

Non ci saranno funerali di stato, come da lui chiesto.