Com’è morto Marco Pannella e che malattia aveva


Com’è morto Marco Pannella e che malattia aveva. Marco Pannella lottava da tempo contro la malattia e le sue condizioni in questi giorni erano state giudicate gravissime. Di quale malattia è morto Marco Pannella?

Com’è morto Marco Pannella e che malattia aveva

Marco Pannella: i medici hanno detto: “non c’è più speranza”. Come scrive il Corriere della sera Marco Pannella è stato sedato e per lui non c’è più niente da fare.

E’ morto all’età di 86 anni Marco Pannella, il leader dei radicali, che ha a lungo portato avanti le sue convinzioni politiche.

L’ansa scrive: “Negli ultimi giorni le sue funzioni vitali sono peggiorate al punto che è stato ritenuto opportuno un trasferimento in una clinica romana più attrezzata presso il quale “non sono previste visite”. Un’accortezza per garantire tranquillità e riservatezza a Pannella.”

Pannella lottava da tempo contro due tumori, uno ai polmoni e uno al fegato. 

Scrive Repubblica: “E’ morto Marco Pannella. Aveva 86 anni. Le condizioni del leader radicale si erano aggravate ieri pomeriggio e Pannella era stato ricoverato presso una struttura ospedaliera. Negli ultimi giorni le sue funzioni
vitali erano peggiorate. Dallo scorso marzo si erano intensificate le notizie su un aggravamento delle sue condizioni (lottava con un tumore ai polmoni e uno al fegato), e si erano moltiplicate le testimonianze di affetto nei suoi confronti.”

Chi era Marco Pannella

Tra i più longevi personaggi della scena politica (è stato deputato dal 1976 al 1992), Marco Pannella è stato uno dei protagonisti delle battaglie civili degli anni settanta e della fase di transizione tra la prima e la seconda Repubblica. La sua azione politica lo ha portato a essere noto, come leader politico italiano, per aver fatto costantemente ricorso ai metodi della lotta politica nonviolenta (come scioperi della fame, disobbedienze civili, sit-in, ecc.) resi popolari dal Mahatma Gandhi (con la denominazione Satyagraha) e dal reverendo Martin Luther King. In quest’ottica, ha praticato decine di scioperi della sete e della fame, con l’intenzione di affermare la legalità o, secondo le sue parole, il “diritto alla vita e la vita del diritto”.

Pannella ha altresì operato attivamente nella vita politica italiana attraverso l’intensa applicazione dello strumento referendario, promuovendo, nel corso di tre decenni, la raccolta di quasi cinquanta milioni di firme necessarie alla promozione delle varie campagne referendarie.

via wikipedia