Come è morto Umberco Eco malattia e quanti anni aveva?


Come è morto Umberco Eco malattia e quanti anni aveva? L’Italia piange un grande uomo. E’ morto Umbero Eco. I tanti messaggi sui social per lui e il cordoglio di Matteo Renzi.

Come è morto Umberco Eco malattia e quanti anni aveva?

La notizia della morte dello scrittore, filosofo e semiologo è stata data dalla famiglia a Repubblica. Eco aveva 84 anni. La morte è avvenuta alle 22.30 del 19 febbraio 2016 nella sua abitazione.

Chi era Umberto Eco e cosa ha scritto?

(wikipedia) Umberto Eco (Alessandria, 5 gennaio 1932 – Milano, 19 febbraio 2016) è stato un semiologo, filosofo e scrittore italiano. Nel 1988 ha fondato il Dipartimento della Comunicazione dell’Università di San Marino. Dal 2008 era professore emerito e presidente della Scuola Superiore di Studi Umanistici dell’Università di Bologna.

Saggista prolifico, ha scritto numerosi saggi di semiotica, estetica medievale, linguistica e filosofia, oltre a romanzi di successo.

Dal 12 novembre 2010 Umberto Eco era socio dell’Accademia dei Lincei, per la classe di Scienze Morali, Storiche e Filosofiche.

Nel 1980 Eco esordì nella narrativa. Il suo primo romanzo, Il nome della rosa, riscontrò un grande successo sia presso la critica che presso il pubblico, tanto da divenire un best-seller internazionale tradotto in 47 lingue e venduto in trenta milioni di copie. Il nome della rosa è stato anche tra i finalisti del prestigioso Edgar Award nel 1984.

Nel 1988 pubblicò il suo secondo romanzo, Il pendolo di Foucault, satira dell’interpretazione paranoica dei fatti veri o leggendari della storia e delle sindromi del complotto. Questa critica dell’interpretazione incontrollata viene ripresa in opere teoriche sulla ricezione (cfr. I limiti dell’interpretazione). Romanzi successivi sono L’isola del giorno prima (1994), Baudolino (2000), La misteriosa fiamma della regina Loana (2004), Il cimitero di Praga (2010) e Numero Zero (2015), tutti editi in italiano da Bompiani.

Nel 2012 è stata pubblicata una versione “riveduta e corretta” del suo primo romanzo Il nome della rosa, con una nota finale dello stesso Eco che, mantenendo stile e struttura narrativa, è intervenuto a eliminare ripetizioni ed errori, a modificare l’impianto delle citazioni latine e la descrizione della faccia del bibliotecario per togliere un riferimento neogotico.

La malattia di Eco

Si è aggravata negli ultimi giorni la malattia di Umberto Eco, a cui due anni fa era stato diagnosticato un tumore al pancreas. Il professore, morto ieri sera nella sua casa a Milano all’età di 84 anni, aveva continuato in buone condizioni la sua vita provvedendo a farsi punture di insulina.
Da dieci giorni invece c’è stato un crollo, come avevano saputo gli stessi frequentatori della Scuola superiore di scienze umanistiche dell’università di Bologna. (ANSA).

I libri di Eco che ognuno dovrebbe avere nella sua biblioteca