Come vedere Anna Tatangelo a seno scoperto per la Lilt lotta contro i tumori


Come vedere Anna Tatangelo a seno scoperto per la Lilt lotta contro i tumori. Bufera su Anna Tatangelo e sulla sua foto pubblicata su Facebook per la campagna della Lilt.

Anna Tatangelo testimonial della campagna Lilt

Lilt scrive sulla sua bacheca Facebook: “A Ottobre 2015 parte la XXIII edizione, “proteggilo anche tu!”
“Fai prevenzione: proteggilo anche tu!” Anna Tatangelo, fotografata in un abbraccio protettivo a seno nudo, invita tutte le donne a proteggersi dal big killer numero uno per il genere femminile, il tumore al seno.
L’ abbraccio simboleggia il gesto più intimo per dire: “Mi voglio bene, per questo mi prendo cura della mia salute”, e l’invito a tutte le donne a fare altrettanto. “La prevenzione deve diventare uno stile di vita” – dichiara Anna Tatangelo – “tutte/tutti noi dobbiamo capire che basta poco: ritagliarsi del tempo con appuntamenti fissi, calendarizzati, per controllare la nostra salute e vivere meglio, e, soprattutto, non rischiare di accorgerci troppo tardi del male”.
Prenota la tua Visita senologica presso i nostri ambulatori Lilt, chiama i numeri: 3277892832 – 0931/343081″

Anna Tatangelo criticata anche da Selvaggia Lucarelli

Scrive Selvaggia Lucarelli su Facebook: “Mi spiace per la Lilt e le sue belle e condivisibili campagne per la prevenzione nella lotta contro i tumori, ma chi ha protestato per questa foto ha mille ragioni. A parte la foto di dubbio gusto con tette strizzate e gli addominali tirati che forse non erano proprio necessari alla causa,visto che si parla di cancro e non di tartaruga, mi permetto solo di aggiungere un’altra cosa. Se hai le tette rifatte per ragioni puramente estetiche, forse non sei la persona più adatta a sostenere la causa e la sensibilità di donne che le tette se le sono dovute ricostruire perchè asportate. Questo non vuol dire che chi è rifatta non possa partecipare alla causa o che abbia fatto qualcosa di male, ci mancherebbe, ma forse, per una ragione di buon gusto e opportunità, come testimonial è più adatta un’altra donna. Un’altra storia. Un altro messaggio. Tutto qui.”

E la LILT risponde così alle critiche,parla il presidente, il senologo chirurgo Francesco Schittulli, sostenendo che si tratta di “una campagna di prevenzione non rivolta alle donne malate, ma alle giovani e giovanissime. Quella posa che ha offeso le firmatarie della lettera, sono sincero, è stata voluta perché è un’immagine positiva impegnata a mantenere il proprio stato di salute, di benessere. Non ho mai pensato a una posa da calendario. Quello è un abbraccio che protegge il seno. E ho pensato a una testimonial che possa parlare alle nostre figlie”.

Anna Tatangelo ha partecipato gratuitamente e si è offerta anche di fare un tour nelle scuole per parlare di prevenzione primaria.