Meningite batterio che malattia è sintomi e la cura


Meningite batterio che malattia è sintomi e la cura. In Italia purtroppo i casi di meningite continuano ad aumentare. Colpa, forse, in n batterio davvero troppo aggressivo che resiste alle cure. Ma cos’è la meningite come curarla e quali sono i sintomi?

Meningite batterio che malattia è sintomi e la cura

Nel momento in cui scriviamo, Repubblica.it pubblica quanto segue: “UN MILIONE di vaccinati. Nessuna Regione ha portato avanti una battaglia contro il meningococco C come la Toscana, interessata ormai da due anni da casi di meningite e sepsi che non si riescono ad arginare. E malgrado la campagna straordinaria per la prevenzione della malattia abbia coinvolto poco meno di un terzo della popolazione, il numero dei casi del 2016 è ormai di poco inferiore a quello del 2015

Meningite  come riconoscere i sintomi?

Si tratta di una malattia molto pericolosa che nei casi più gravi può portare alla morte. Proprio per questo motivo è molto importante che si prenda in tempo riconoscendone i sintomi e intervenendo immediatamente su di essi. Ma come si fa a riconoscerne i sintomi e cosa bisogna fare in caso? Ecco quindi che vediamo come riconoscere i sintomi della meningite, cos’è e cosa bisogna fare in caso. 

COS’È LA MENINGITE

La meningite è una malattia del sistema nervoso che causa l’infiammazione delle meningi, ovvero le membrane che proteggono il cervello e il midollo. Si tratta di una malattia molto infettiva che si può passare soprattutto attraverso la saliva, infatti è causata generalmente da batteri, da virus e altri organismi e possono essere di diverse forme. Il caso di meningite più grave è quello fulminante, ovvero arrivano tutti i sintomi all’improvviso e se non viene curata in tempo può essere molto rischiosa e può portare anche alla morte.

Purtroppo ci sono casi in cui la meningite è asintomatica e quindi non si sa di averla contratta, ma la maggioranza dei casi riscontra dei sintomi abbastanza riconoscibili. Ma vediamo quali sono.

COME RICONOSCERE I SINTOMI DELLA MENINGITE

Ci sono dei sintomi comuni a tutte le diverse forme di meningite che esistono. Ma quali sono?

I principali, in genere, sono dolori alle congiunture, estremità del corpo come mani e piedi molto freddi e colorito ingrigito della pelle.

Ci sono poi altri sintomi che però possono essere confusi con quelli di una semplice influenza. Proprio per questo è sempre meglio portare la persona dal dottore o all’ospedale per accertarsi che non sia qualcosa di più grave proprio come la meningite. Eccoli:

  • Febbre, che come abbiamo già detto può essere confusa con una semplice influenza o stanchezza del momento.
  • Mal di testa forte e persistente. Se si tratta di semplice influenza in genere può passare da un giorno all’altro nonostante la febbre, ma se non passa è meglio accertarsi che non sia meningite.
  • Sonnolenza.
  • Collo rigido e dolorante. 
  • Nausea spesso accompagnata da vomito.
  • Poca tolleranza della luce.
  • Convulsioni.
  • Eruzioni cutanee. (fonte: www.abilitychannel.it)

Meningite e batterio meningococco C quali sono i vaccini contro la meningite?

meningite cura vaccino toscana casi

  1. Il vaccino contro l’emofilo, che rientra tra i vaccini raccomandati dal Ministero della Salute e viene somministrato dai servizi sanitari pubblici ormai dal 1995.
  2. Il vaccino contro lo pneumococco, che protegge contro 7 dei sierotipi che sono responsabili di infezione nell’uomo e il cui utilizzo potrebbe essere raccomandato oltre che per i soggetti con alcune specifiche patologie, anche per i bambini introdotti all’asilo nido o altre collettività e progressivamente a tutti i bambini. Per i bambini più grandi e per gli adulti esiste anche il vaccino polisaccaridico 23-valente efficace per la prevenzione della meningitee delle forme respiratorie nei soggetti di età superiore ai 24 mesi.
  3. Il vaccino contro il meningococco C. Nel nostro Paese, infatti, come in tutta l’Europa, il meningococco rappresenta la più importante causa di meningite nei bambini. I meningococchi sono principalmente due, chiamati B e C. per il B non esiste al momento vaccino. Per la prevenzione della meningite da meningococco esistono due vaccini: un “vecchio” vaccino detto “polisaccaridico” e il nuovo vaccino detto “coniugato”.  I “vecchi” vaccini “polisaccaridici” proteggono contro 4 sierogruppi di meningococco: A, C, Y e W135. Questi, però, non sono efficaci nei bambini piccoli e vengono pertanto utilizzati per lo più per i militari e per coloro che si recano nei Paesi dove sono presenti i sierogruppi A, Y e W135. Inoltre, non forniscono una protezione duratura, poiché non stimolano la memoria del sistema immunitario. (da prevenzionemeningite.it)

 

Come riconoscere i sintomi della meningite