Pressione alta ecco cosa mangiare e cosa evitare


Pressione alta ecco cosa mangiare e cosa evitare . La pressione alta è un killer per la nostra salute e può anche non avere sintomi evidenti. La pressione alta aumenta il rischio di malattie cardiache, ictus, insufficienza cardiaca e malattia renale.

Pressione alta ecco cosa mangiare e cosa evitare

Ma con alcuni semplici cambiamenti nella dieta, si può migliorare e abbassare la pressione del sangue.

Tre nutrizionisti dell’Università di Newcastle, in Australia, rivelano gli alimenti che si dovrebbero mangiare e quelli che si dovrebbero evitare.
Cosa mangiare per abbassare la pressione sanguigna

I fiocchi d’avena
Una ricerca ha testato l’impatto dell’ avena sulla pressione sanguigna sistolica (la pressione con cui il cuore pompa sangue) e la pressione sanguigna diastolica (quando il cuore è rilassato) in circa 400 adulti sani.
I ricercatori hanno scoperto che la pressione sanguigna sistolica era 2,7 mmHg più bassa e la pressione diastolica è stata di 1,5 mmHg più bassa quando i partecipanti hanno mangiato circa 60 g di fiocchi d’avena (una mezza tazza ) o 25 g di crusca di avena al giorno.
La BARBABIETOLA
La Barbabietola è estremamente ricca di un composto chiamato nitrato inorganico.
Durante la digestione, questo viene convertito in ossido nitrico, che fa dilatare le arterie. Questo riduce direttamente la pressione.
Una ricerca di 16 studi di giovani per lo più sani che hanno bevuto succo di barbabietola è stata associata con una riduzione del 4,4 mmHg della pressione sistolica.

La VITAMINA C
La vitamina C, o acido ascorbico, si trova in frutta e verdura fresca. Una porzione media contiene 10-40mg di vitamina C.
In una ricerca di 29 studi clinici , le persone hanno ricevuto 500 mg di vitamina C al giorno per circa otto settimane.
La pressione sanguigna è significativamente migliorata, con una riduzione media della pressione sistolica di 3,84 mmHg e 1,48 mmHg per la pressione diastolica.
Tuttavia, i soggetti a rischio di calcoli renali devono essere cauti circa l’assunzione di integratori di vitamina C.
L’eccesso di vitamina C può contribuire alla formazione di calcoli renali.

COSA EVITARE DI MANGIARE PER NON FAR ALZARE LA PRESSIONE

IL SALE
Sale o cloruro di sodio è stato utilizzato per conservare i cibi per secoli. Ma elevate assunzioni di sale sono associate a più alta pressione sanguigna.
Ridurre l’assunzione di sale da 4.4g al giorno potrebbe ridurre sia la pressione sistolica sia la pressione diastolica.

L’ ALCOOL
Il consumo di una o più bevanda alcolica al giorno è associato con la pressione sistolica che è di circa 2,7 mmHg e la pressione diastolica di 1.4 mmHg superiore rispetto ai non bevitori.
È interessante notare che, quando si beve prima una bevanda alcolica, la pressione del sangue prima scende, solo dopo sale.
La cattiva notizia è che grandi quantità di alcol aumentano il rischio di alta pressione sanguigna, specialmente negli uomini, ma anche, in misura minore nelle donne.
LA LIQUIRIZIA
L’alta pressione sanguigna a causa della liquirizia è rara, ma si sono verificati casi clinici.
La maggior parte delle caramelle di liquirizia vendute attualmente contiene pochissima vera radice di liquirizia e, quindi, poco glicirrizico (GZA), il principio attivo.

LA CAFFEINA
La caffeina che si trova comunemente in caffè, tè, cola e bevande energetiche. Un elevato consumo di caffeina da caffè aumenta la pressione sanguigna a breve termine.
Le persone che bevono una o due tazze di caffè forte hanno avuto un aumento della pressione sanguigna sistolica di 8,1 mmHg e 5,7 mmHg per la pressione diastolica, fino a circa tre ore dopo averlo bevuto.

via dailymail.co.uk