Come sta Vittorio Sgarbi e cosa gli è successo?


Come sta Vittorio Sgarbi e cosa gli è successo? Grave malore per Vittorio Sgarbi di cui hanno parlato tutti i media e anche Pomeriggio 5. Il noto critico d’arte si è sentito improvvisamente male durante un viaggio in macchina verso Bologna.

Come sta Vittorio Sgarbi e cosa gli è successo? Grave malore problemi al cuore

Fortunatamente è lo stesso Vittorio Sgarbi a rassicurare tutti. Le sue parole su Facebook (tramite l’ufficio stampa) sono state inizialmente queste:

AVVISO- Questa notte Vittorio Sgarbi, mentre era in viaggio con il suo autista da Brescia verso Roma, ha avuto un malore ed è stato ricoverato al Policlinico di Modena, dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico. Adesso è in terapia intensiva.  Le sue condizioni sono buone.  E’ stato lo stesso Sgarbi ad avvisare familiari e collaboratori. Vi terremo aggiornati nelle prossime ore. –l’Ufficio Stampa

Poi dopo essere stato operato d’urgenza Sgarbi a raccontato al quotidiano LIBERO:
Dopo aver fatto una conferenza a Brescia, e visitato alcune chiese, mi sono messo in macchina verso le due diretto a Firenze; ero un po’ raffreddato, avevo un malessere, quando ho sentito un dolore. Un dolore strano, che si diffondeva e mi agitava. Mi trovavo all’altezza di Modena e ho deciso subito, intuitivamente: non proseguo ma esco dall’autostrada per andare al Policlinico, uno dei migliori per i casi cardiaci. Che caso fortuito. Il verdetto dei medici è stato immediato: avevo una occlusione per metà della coronaria, mi hanno operato ed è andata tutto a posto. Se avessi proseguito fino a Bologna o Firenze sarei morto. La coronaria si sarebbe chiusa del tutto e addio. La cosa ‘divertente’ è che sono stato a mezz’ora dalla morte, me l’hanno detto i medici. Più che miracolato sono stato fortunato, e intuitivo.

Molti i messaggi di auguri che sono arrivati a Vittorio sui suoi social, uno su tutti il suo: “Non sarebbe stato da Sgarbi andarsene all’altro mondo al casello autostradale di Modena Sud. Capre, sono ancora qui.”

foto| facebook